Da Dessert 

Ci sono 39 prodotti.

I vini da dessert hanno conquistato il mondo per la loro concentrazione zuccherina, capace di sposarsi perfettamente con ogni dolce, arricchendo il fine pasto con profumi e sapori esclusivi.

È sconsigliato acquistare online un vino da dessert senza un minimo di conoscenza, sul mercato sono disponibili diverse tipologie ed etichette.
I vini da dess...

I vini da dessert hanno conquistato il mondo per la loro concentrazione zuccherina, capace di sposarsi perfettamente con ogni dolce, arricchendo il fine pasto con profumi e sapori esclusivi.

È sconsigliato acquistare online un vino da dessert senza un minimo di conoscenza, sul mercato sono disponibili diverse tipologie ed etichette.
I vini da dessert, per il loro particolare processo di vinificazione, hanno prezzi superiori rispetto ai tradizionali vini, anche perché, tra le bottiglie in commercio, troviamo vini raffinati e pregiati, degni dei più grandi intenditori.
Non lasciatevi tentare dalla frenesia dell’acquisto ma leggete questa piccola guida che vogliamo proporvi per la scelta del vino da dessert che farà al caso vostro.



I vini da dessert si dividono in varie tipologie:


  • Vini passiti

Solitamente quando si pensa ad un vino passito si pensa ad un vino dolce, in realtà non è sempre vero perché il termine “passito” indica unicamente la tipologia di uva utilizzata per la vinificazione. In questo caso le uve vengono sottoposte ad appassimento, un processo che determina la riduzione dell’acqua all’interno dell’acino aumentando così la concentrazione di zuccheri, acidi e sali minerali.
L'appassimento rende solitamente il vino più alcolico perché la fermentazione è un processo che trasforma lo zucchero in alcool.
Per questo, per ottenere vini passiti dolci, la fermentazione viene interrotta diminuendo così la trasformazione zuccherina.

Alcuni tra i vini passiti più famosi: Recito della Valpolicella, passito di Pantelleria, Sciacchetrà, Vin Santo, Sforzato di Valtellina, Amarone della Valpolicella, Greco di Bianco, erbaluce di Caluso Passito e il Moscato di Scanzo.

Come abbinarlo: Servitelo a 13-17° C, si sposa bene con tutti i tipi di dessert, in particolare pasticceria secca. Da provare anche con il formaggio piccante, pizzette o salatini o foie gras.



  • Vini liquorosi

Definiti anche “vini speciali” o "vini fortificati"  i vini liquorosi vengono prodotti con vino base di gradazione alcolica non inferiore a 12% e arricchiti con una miscela, chiamata "Mistella", composta da mosto, alcol e acquavite, al fine di aumentarne il grado alcolico.
L’alcool rende i profumi e i sapori più intensi e permette una lunga conservazione del vino (le bottiglie possono essere conservate ben oltre ai 50 anni!).

I vini liquorosi (chiamati anche vini alcolizzati) sono molto amati dagli intenditori per via del loro ricercato profumo in cui è possibile scoprire note di frutta secca, canditi, miele, caramello e spezie. Al palato presentano un carattere deciso ed intenso, che si fonde alla perfezione con un gusto raffinato e vellutato.
Tra i più famosi troviamo il Marsala, il Moscato di Pantelleria liquoroso, lo Sherry (o Jerez) spagnolo, il Porto e il Madeira.

Come abbinarli: Da degustare anche singolarmente, senza abbinarli al cibo, serviteli tra 10° e i 18° C (anche se alcuni sostengono che andrebbero serviti molto più freddi per esaltarne la dolcezza e i profumi.
I vini liquorosi dolci sono ottimi da abbinare alla pasticceria, alla frutta secca o a confetture di frutta. Indicati anche per l'abbinamento con formaggi erborinati.
I vini liquorosi secchi sono invece indicati per piatti di carne o pesce, pasta e riso.



  • Vini aromatizzati

Anche i vini aromatizzati (o speziati) sono considerati "vini speciali".
Prodotti con vino base, spesso con l'aggiunta di zucchero ed alcol, vengono miscelati con infusi di spezie ed erbe aromatiche la cui ricetta viene mantenuta segreta.

I sapori esaltati delle spezie, intensificati dallo zucchero e l'alcol, rendono questi vini particolari, ricercati, ideali per la meditazione o da bere come corroborante nelle fredde serate invernali, accanto al fuoco di un camino acceso e ad un buon libro.

I vini speziati hanno un'origine antica: Già gli antichi Greci e Romani usavano speziare i loro vini, ponendoli in anfore con erbe aromatiche ed acqua di mare.
La loro gradazione alcolica non è mai inferiore al 16%. I vini aromatizzati più noti sono il il Barolo chinato e il Vermut (o Vermouth).

Come abbinarlo: Per il loro bouquet intenso ed elegante si consiglia di abbinare questo tipo di vino a cioccolato fondente o a dessert a base di cacao o frutta secca.



  • Vini spumanti dolci

Gli spumanti dolci sono ottimi per gli amanti delle bollicine, per i vostri brindisi oppure per freschi aperitivi.
Quelli più famosi sono italiani e vengono prodotti specialmente ad Asti, in Piemonte, in cui viene garantita la denominazione di origine controllata (DOC).
Vengono comunque prodotte numerose bottiglie anche all'estero.

Solitamente gli spumanti dolci sono realizzati con uve di Moscato Bianco o Bracchetto lavorate con metodo "Charmat"; Le uve vengono rifermentate in vasche di acciaio per preservarne l'aroma.

Gli spumanti dolci possono essere bianchi, rosati o rossi e il loro contenuto zuccherino residuo supera i 50 grammi per litro e presentano una bassa gradazione alcolica.
Tra i più famosi troviamo l’Asti Spumante DOCG, il Brachetto, il Moscato Colli Euganei Fior d’Arancio DOCG.

Come abbinarlo: Servitelo a circa 8° C, per accompagnare dolci di pasta frolla, paste fresche o secche, bignè, crostate, dolci al cucchiaio e Pandoro e Panettone ma anche salatini di pasta sfoglia e pizzette.



  • Vini fermi dolci

Per chi non ama le bollicine i vini dolci fermi sono un'ottima alternativa per un brindisi.

La loro produzione viene eseguita con diverse modalità, in base alla regione di produzione, al tipo di uve (di solito Moscato o Malvasia) e dal tipo di vino che si vuole ottenere.
Il catalogo di vini dolci fermi è molto vasto perchè la loro produzione è più semplice rispetto a quella dei vini spumantizzati.

Tra i più conosciuti troviamo: Moscato d’Asti, Moscato Rosa e Moscato Giallo del Trentino, Moscato di Trani, Malvasia delle Lipari, Malvasia di Bosa, Malvasia di Castelnuovo Don Bosco, Malvasia di Casorzo d’Asti. Ottenuti dal vitigno Aleatico citiamo anche i vini Aleatico di Puglia e Aleatico di Gradoli.

Come abbinarli: Sono indicati in abbinamento a pasticceria secca, dolci da forno e dolci a base di frutta ma sono anche vini da meditazione o per creare gustosi aperitivi.

Meno
Più
Visualizzati 1 - 24 di 39 prodotti

Info


Eventi

Tutti gli eventi

Accetto

Questo sito usa i cookies per offrirti la migliore esperienza di acquisto. Se continui a navigare il nostro sito acconsenti a ricevere cookies come indicato nella nostra privacy policy