Botteghà organizza un incontro con Marco Merighi che racconterà l’evoluzione del gusto nel mondo del vino
e darà indicazioni su come degustare e percepire i vini. 



Gli stili di viticoltura tra ieri, oggi e domani.

L’uomo e il suo rapporto con il terroir. 

L’enologia: coerenza o necessità? Panoramica sugli stili enologici.

Anticipazioni sulla vinificazione alchemica e il vino universale.



Accenni alle tecniche di spumantizzazione. Aperitivo con sboccatura di uno spumante ancora sui lieviti.

- Puro Movia ’10

Tuorlo croccante, crema di Parmigiano Reggiano e tartufo nero

Millefoglie di tartare di manzo, capperi, cipolla e chips di patate

Sfere di Parmigiano croccanti e aceto balsamico


Esercitazioni sensoriali. 

Metodi empirici nel riconoscimento superficiale di produzione vitivinicola: convenzionale e non convenzionale. 

Degustazione di 2 vini, convenzionali e non. 

- Gewurztraminer Binner 2014

- Gewurztraminer Alto Adige

Arancini di crostacei con la loro maionese

Rostì di patate, spuma di gorgonzola e composta di fichi



Angolazioni sensoriali

Il vino nella visione organolettica. 

I nostri sensi: strumenti pratici e sensibili guidati dalla nostra mente.

Degustazione di un vino di convenzione e di un vino Georgiano.


Vino senza frontiere: il vino alchemico. 

Degustazione di un vino alchemico ed introduzione a questa tipologia di vini. 

- Rosato ’15 Rkatsiteli & Saperavi - Our Wine

- Cà Barnaba ‘15 (vino alchemico) Bel Sit – Scuola Alchemica

Tonno vitellato

Cubo di guancia glassata (cbt) e verdurine saltate al burro

Polipo in doppia cottura con tricolore di maionese

Assaggio dessert


Costo della serata 50€ a persona 


Info e Prenotazioni: 

Il Girone dei Golosi - Via Cremonino 50, Cento. 

Tel 051 6831057

Botteghà: 

contatti@bottegha.it  

whatsapp: 3920221572  

www.bottegha.it 

SCARICA IL PDF DELL'EVENTO

Marco Merighi

Socio fondatore del ristorante Il Don Giovanni di Ferrara in cui ha operato attivamente fino a Dicembre 2014.

Già al Trigabolo di Argenta negli anni '90, poi dopo un’importante esperienza nelle vigne Californiane di Napa Valley, di nuovo al fianco di Bruno Barbieri nel conseguimento dei più alti riconoscimenti nel mondo dell’enogastronomia.

Al termine di questi anni si avvicina ai vini “naturali”  fino ad una radicale conversione nel 2004.

Da oltre tre  anni collabora assiduamente con Giorgio Mercandelli fondatore e promotore della filosofia biotica (bios=vita / tica=arte) e con essa delle fermentazioni alchemiche.